Mini-Guida alla coltivazione, raccolta e propagazione di 6 erbe aromatiche: Tè d’Oswego, Mirride delle Alpi, Basilico, Origano, Prezzemolo ed Anice.

Tè d’Oswego (Monarda didyma)

Te Oswego

Immagine di Te Oswego

Erbacea perenne con fiori addensati in infiorescenze rosse, estive. Pianta ideale per bordure su suoli umidi. Le foglie vengono utilizzate per infusioni nei tè con aroma “Earl Grey” oppure in aggiunta a bevande estive, in insalate, nei piatti a base di carne dimaiale e nei potpourri.

Raccolta e conservazione.

Le foglie devono essere raccolte prima della fioritura estiva e possono essere usate fresche oppure essiccate. I fiori si raccolgono in estate.

Propagazione.

Mediante semina , in primavera, oppure per talee cauline, in estate, o per divisione, all’inizio della primavera.

Specie affini e varietà.

Esistono cultivar con fiori rosa, rossi, bianchi o porpora;

M. fistulosa ha fiori color lavanda.

Mirride delle Alpi (Myrrhis odorata)

Erbacea perenne con fiori piccoli e bianchi portati in ombrelle terminali. Le foglie hanno un aroma di anice e sono usate in piatti a base di frutta, per ridurne l’acidità; possono anche essere aggiunte nelle insalate. La spessa radice a fittone può essere mangiata cruda o cucinata come verdura. I semi vengono aggiunti nei piatti a base di frutta.

Raccolta e conservazione della Mirride

Le foglie si raccolgono in primavera e all’inizio dell’estate, e vengono essiccate. I semi non ancora maturi si raccolgono in estate e si essiccano o si mettono in salamoia. Le radici si estraggono in autunno, e si usano fresche.

Propagazione della Mirride

In autunno, per semina.

Basilico (Ocimum basilicum)

basilico

primo piano di foglie di basilico

Erbacea annuale con foglie ovali, appuntite e dentate. Nelle regioni fredde il basilico deve essere coltivato in luoghi al coperto o in posizioni particolarmente calde. Si coltiva facilmente in vaso, su davanzali assolati. Le foglie sono usate nelle insalate, nell’aceto, nel pesto e nella pasta condita con il pomodoro.

Raccolta e conservazione del Basilico

Le foglie si raccolgono quando sono giovani, in estate, e si possono congelare, essiccare o usare per aromatizzare l’olio e l’aceto; si possono anche conservare sott’olio.

Propagazione.

Mediante semina, a primavera inoltrata.

Specie affini e varietà.

La cultivar Purpurascens’ ha foglie purpuree e fiori rosa. Il basilico nano (O. minimum) è più rustico e meno aromatico.

Origano (Origanum vulgare)

Erbacea perenne con piccoli fiori estivi color malva. Per sviluppare tutto il suo aroma, necessita di temperature calde e di un’esposizione in pieno sole. Le foglie sono impiegate principalmente nella preparazione della pizza e in sughi per la pasta.

Raccolta e conservazione dell’Origano

Durante la stagione di crescita, le foglie possono essere raccolte direttamente per l’uso. Per essiccarle o congelarle, vanno raccolte subito prima dello sbocciare dei fiori.

Propagazione dell’Origano

Mediante semina , in primavera; per suddivisione, in primavera o in autunno; per talee di radici o di rami non fioriferi, in estate.

Varietà di Origano

Esistono numerose specie e ibridi che si differenziano per rusticità, aroma e colore delle foglie e dei fiori, come O. v. ‘Aureum’. La cultivar `Compactum’ è ideale in vaso o per siepi.

Prezzemolo (Petroselinum crispum)

Erbacea biennale rustica con foglie verdi brillanti crespate e, nell’estate del secondo anno, con fiori minuti di colore verde giallastro, che formano ombrelle. Cresce bene in vaso. Le foglie vengono usate intere o tritate per guarnizioni, nel bouquet garni, in salse e piatti a base di uova e di pesce.

Raccolta e conservazione

Raccogliere foglie di piante di un anno, e usarle fresche o congelate.

Propagazione

Per semina, dall’inizio della primavera all’estate inoltrata.

Varietà.

P.c. ‘Neapolitanum’, a foglie lisce.

Anice (Pimpinella anisum)

Erbacea annuale semirustica con foglie profondamente divise e piccoli fiori bianchi terminali estivi. Nelle regioni fredde richiede una posizione soleggiata e riparata. Le foglie si usano in macedonie di frutta, i semi in pietanze al forno, confetture e piatti dolci e salati.

Raccolta e conservazione dell’Anice

In primavera si raccolgono le foglie inferiori, per utilizzarle fresche. In autunno, invece, si raccolgono i capolini con i semi, non appena questi sono maturi.

Propagazione dell’Anice

A primavera inoltrata, mediante semina effettuata direttamente a dimora, poiché è difficile il trapianto.